Benessere

Coccole rilassanti

Published by:

sauna
Ho deciso di trascorrere il mio anniversario di matrimonio in una SPA con mio marito per regalarci un weekend di coccole e totale relax, lontano dalla mondanità e dai ritmi frenetici della vita di città. Abbiamo scelto per l’occasione le Terme di Ischia, una location incantevole situata nella frazione di Forio dell’isola, nella splendida cornice della Baia di Citara, un parco termale immerso nel verde e poco distante dal mare e da una lunghissima spiaggia privata. Un’esperienza che consiglio a chiunque per ritrovare il benessere del corpo e della mente.

Abbiamo scelto una formula a due che prevedeva la combinazione tra il percorso termale e il percorso benessere. Il percorso termale comprendeva la Piscina riscaldata con idromassaggio, le piscine termali naturali con temperature fino ai 40 gradi con acqua termale del sottosuolo, sauna naturale, bagno turco, bagno giapponese, mentre il percorso wellness consisteva in una serie di trattamenti olistici e di bellezza nel centro benessere: massaggi totali (tra cui un massaggio di coppia) e zonali, tra i quali abbiamo scelto il messaggio facciale tibetano. Ho inoltre voluto sperimentare i trattamenti per la pelle ai fanghi e devo dire che sono efficacissimi, ho infatti acquistato in loco alcuni dei prodotti all’argilla e alle erbe essenziali utilizzati per i trattamenti e i massaggi.

Il personale era accogliente e gentile, ci hanno coccolati e viziati talmente tanto che tornare alla realtà è stato quasi traumatico! L’unica cosa che mi è mancata è stata una sala relax dove gustare tè e tisane depurative rilassanti, ma le aree ristoro presenti nella struttura erano molto fornite e offrivano la possibilità di stuzzicare snack e panini o gustare pasti completi con deliziosi piatti tipici. Un consiglio a chi sperimenta la SPA per la prima volta: oltre alle ciabattine e agli articoli da bagno necessari è consigliabile portare con sé due accappatoi anziché uno (talvolta uno è fornito dalla struttura, compreso nel prezzo), onde evitare di soffrire il freddo avvolgendosi in un tessuto bagnato dopo le piscine termali o dopo la sauna!

Viaggi

Non tutte le compagnie sono uguali

Published by:

Helsinki, Finland. South Harbor in a sunny summer day
Valona è per importanza il secondo approdo dell’Albania dopo Durazzo. La città conta quasi 200.000 abitanti e si affaccia sul Canale d’Otranto, situata in una baia chiusa e geograficamente protetta da Capo Linguetta e dall’isola di Saseno. Valona ha origini antichissime, essendo stata fondata dai Pelasgi, che abitavano la Grecia intorno al primo millennio a.C. Venne poi ricostruita nel VI secolo a.C. con il nome di Aulona e divenne un porto di fondamentale importanza durante il periodo contrassegnato dall’egemonia romana nel Mediterraneo. European Ferries mi ha permesso di visitare questa perla dell’Adriatico ad un prezzo davvero conveniente, dopo aver prenotato online la cabina. European Ferries offre un servizio moderno e rapido ed i suoi traghetti percorrono la rotta Brindisi-Valona impiegando circa sette ore e mezza. La compagnia rende diverse possibilità, comprese quelle relative al trasporto del proprio amico a quattro zampe e all’imbarco dell’auto. La partenza alle 23.30 mi ha fatto propendere per la comodità di una cabina dotata di tutti i servizi. Il prezzo di 112 euro per un viaggio di andata e ritorno mi è parso più che congruo. Ad ogni modo, chi vuole risparmiare può optare per la traversata con semplice poltrona riservata, ad un costo di soli 60 euro. Il viaggio di ritorno era fissato per le ore 14.00 con rientro in Italia per le 19.00. Valona si presenta come un centro dinamico e moderno, le sue coste abbondano di spiagge affollate da turisti provenienti da ogni parte del mondo e ricche di servizi e divertimenti. Il cuore storico della città è rappresentato dalla Via Monumentale, costeggiata dalle abitazioni costruite secondo lo stile architettonico tipico locale, con facciate in pietra bianca, persiane colorate e tetti a spiovente. La Moschea di Muradie, opera dell’architetto Sinani e risalente al primo periodo dell’Impero Ottomano, dona al quartiere un fascino tutto orientale. Interessante è il sito archeologico di Oricum, a pochi chilometri di distanza, fondazione greca contesa per secoli da più e più popolazioni, ed i musei cittadini, come quello dell’Indipendenza, il Museo di Storia, ricco di testimonianze medievali e moderne, ed il Museo Etnografico, colmo di oggetti appartenenti alla quotidianità di chi visse tra il XVI ed XIX secolo. Il quartiere di Acqua Fredda è fra le zone più turistiche, con discoteche, pub e ristoranti che animano giorni e notti.
Viaggi

La bellissima Paxos

Published by:

Cocktail mojito ice lemon straws in tropical beach Islands against a background
Per godermi una vacanza sull’isola di Paxos, il mio viaggio è cominciato a Brindisi. È da lì, infatti, che partono i più importanti traghetti da Brindisi a Paxos verso la paradisiaca isola greca.

Una volta raggiunta Brindisi, mi sono imbarcato sul traghetto, che permette di portare con sé anche la propria auto o la moto, se si desidera essere indipendenti una volta raggiunta la destinazione.
Non ho dovuto acquistare il biglietto a terra, perché avevo già prenotato il mio posto online, con una procedura semplice, veloce e sicura: in questo modo ero sicuro di avere la mia cabina libera e disponibile.
Il viaggio in traghetto è durato circa sei ore e mezza, ma non ho avvertito la pesantezza della traversata dato che il traghetto era molto moderno e fornito di servizi con i quali mi sono intrattenuto piacevolmente durante il viaggio, fino all’arrivo al porto di Paxos.
Una volta sbarcato a Paxos mi sono immediatamente diretto verso il mio albergo, e dopo essermi organizzato mi sono diretto verso le zone più belle dell’Isola degli Ulivi, come questo territorio è soprannominato.
Arrivando da Brindisi in traghetto mi sono soffermato a lungo nella zona del porto, molto pittoresca e affascinante.
Paxos è la più piccola delle isole ioniche, ed i segni della colonizzazione veneziana sono ben visibili, per esempio, nei tratti tipici delle abitazioni cittadine.
Mi sono diretto a Lakka, ritenuto da molti il paese più bello dell’intera isola, e alla sua famosa baia, che sembra uscire direttamente da una cartolina. Nei dintorni la vegetazione è ricca di ulivi, e infatti molti locali vendono l’olio extravergine che producono direttamente con le loro mani, e che è estremamente delizioso.
Ho trovato pittoresca anche la cittadina di Gaios, con il suo piccolo porto e le case color crema che affollano questa costa dell’isola. Ho visitato la piccola isola di San Nicola, il mulino a vento e la chiesa della Madonnina, dove il 14 agosto si recano numerosi pellegrini per le funzioni religiose.
Ovviamente non poteva mancare una visita alle maggiori spiagge di Paxos, come quella di Orkos, Mogonisi e la caraibica Monodendri, mentre la Baia di Lakka è gettonata soprattutto dai surfisti.
Non ho potuto non visitare l’isoletta di Antipaxoi, a soli 15 minuti di traghetto da Paxos, poco popolata e ricoperta dalle vigne che le conferiscono un aspetto da quadro. Nel complesso, fra le numerose isole greche, Paxos è una delle più tranquille e affascinanti in assoluto.

Sport

Uno sport adrenalinico

Published by:

ponte-salle4
Il Bungee Jumping è uno sport estremo, durante la cui pratica il tasso adrenalinico raggiunge livelli estremi. Ho sempre sognato di potermi cimentare in quest’attività, ragion per cui ho deciso di vagliare il web alla ricerca di qualche luogo affascinante e panoramico nel quale poterla praticare in tutta sicurezza. Il Bungee Jumping consiste nel lanciarsi da una base jumping immersa nella natura, legati ad un cavo elastico ultra resistente, da ponti o piattaforme sospese nel vuoto. La disciplina trae ispirazione dall’antico rito d’iniziazione praticato dalle tribù che abitavano le lontane Isole Vanuatu. Il rito, definito Gkol in lingua locale, segnava il passaggio di stato dei giovani dall’adolescenza all’età adulta. I ragazzi destinati a tramandare la pratica si lanciavano da torri costruite in canne di bambù ed erano legati con corde ottenute dalla lavorazione delle liane. Oggi, il Bungee Jumping è diventato uno sport legale a tutti gli effetti e per fare in modo che chi vi si sottopone sia certo delle norme di sicurezza adottate, in Italia è stato istituito il SISE, il protocollo tecnico che certifica la sicurezza degli impianti. La fune viene fissata alle gambe tramite due cavigliere ed ogni elastico è garantito fino ad un massimo di mille lanci. Per l’occasione ho scelto quello che mi è stato presentato da molti addetti ai lavori come uno dei ponti più alti d’Europa: il ponte di Asiago, in provincia di Vicenza. Qui il fondo valle è posto ben 175 metri al di sotto della piattaforma di lancio, per un salto della misura complessiva di ben 165 metri. Giunto sul posto ho velocemente sbrigato le formalità di rito, ho firmato il contratto ed ho finalmente sfidato il vuoto e la forza di gravità, insieme a tutte le mie paure. Il verdetto è stato unanime: ho vinto su tutto, grazie anche alla certezza di essere al sicuro trasmessami dal personale organizzativo. Il meraviglioso altopiano di Asiago non è l’unico luogo nel nostro paese in cui poter praticare questo sport. Ai Bungee Center itineranti, che d’estate fanno tappa nelle località turistiche di mare, si aggiungono: l’Acqualandia a Jesolo, un parco di divertimenti attrezzato con una bella piattaforma; Veglio Mosso, località a circa 15 km da Biella che dispone di un salto di oltre 150 metri; Tirona, nei pressi di Imperia; Caramanico Terme in Abruzzo e la Grotta dei Colombi situata nel Golfo di Orosei, in Sardegna.
Arredamento

L’arredamento che colpisce

Published by:

Retro photo of pink, yellow and red shoes
La vetrina è un elemento fondamentale di un negozio, soprattutto di abbigliamento. Il suo allestimento deve contribuire ad attirare l’attenzione e creare un interesse nel cliente tanto da spingerlo a entrare e comprare.

In uno showroom che vende abiti i manichini, hanno un ruolo di primo piano nell’allestimento della vetrina. Il loro compito è di indossare i capi, far notare le sue caratteristiche e riuscire a incuriosire i passanti e spingerli a fermarsi anche per un solo istante. I manichini devono valorizzare qualsiasi tipo di vestito, da uomo, donna o bambino e deve in qualche modo animarlo, aiutando il cliente a immaginarsi con addosso quell’outfit.

La scelta dei manichini deve essere effettuata tenendo conto del tipo di abbigliamento che lo store offre e l’impatto visivo che si vuole dare alla vetrina. I busti interi, dotati di parrucche alla moda intercambiabili, sono perfetti per realizzare degli allestimenti scenografici, proponendo scene in cui quel tipo di abbigliamento può essere utilizzato. I modellini da donna con una silhouette sinuosa sono perfetti per i vestiti da cerimonia o eleganti, in quanto permettono di mettere in risalto i punti di forza del capo, attirando lo sguardo di chi cerca un capo femminile per un’occasione importante. Ad esempio se si vendono bikini o abbigliamento per il mare, si può creare una tipica scena da spiaggia con manichini in bichini, ombrellone e sedie da spiaggia.

Negli ultimi tempi si è diffusa la tendenza ad acquistare questi preziosi alleati di marketing online, presso gli store di Napoli. Questi ultimi attraverso lo shop online vendono prodotti di qualità, realizzati con materiali plastici ecologici e resistenti alle rotture e ai graffi, che si adattano alle esigenze di qualsiasi tipo di capi di abbigliamento e biancheria, per uomo, donna e bambino. Sul sito dei rivenditori di Napoli è possibile trovare un’ampia soluzione di busti interi, mezzi, smontabili e snodabili, con cui dare vita a vetrine glamour e originali, con cui attirare la clientela e aumentare il proprio giro di affari.

Abbigliamento

Semplici consigli per essere sempre alla moda

Published by:

Mann zeigt auf Textfreiraum
Non bisogna sottovalutare la scelta dell’intimo per essere sempre perfetti e alla moda. Molti uomini sottovalutano questi capi ed è uno degli errori più gravi che si possano fare se si vuole sempre fare bella figura.
Per il 2016 le tendenze per la moda intimo uomo richiamano e ricalcano quelle del 2015: lo slip sarà sempre l’indumento più proposto dalle grandi case di moda che lo reinventano ogni anno per migliorare comfort e vestibilità. Quest’anno la parola d’ordine sarà sobrietà: dopo tante collezioni eccentriche e full-color, il 2016 sarà l’anno della svolta sobria. Quasi tutte le grandi case di moda, infatti, hanno previsto slip in tinte poco appariscenti o, comunque, in tinta unita. Inoltre, lo slip si rinnova e abbandona la profonda sgambatura che ha contraddistinto i modelli fino a oggi presentati, optando per una sgambatura midi, molto meno marcata, che stando ai modelli che li hanno indossati in passerella si presenta anche molto più comoda e confortevole. Anche nella parte posteriore, infatti, lo slip torna ad avere una dimensione midi, più ampia rispetto a quella degli scorsi anni. Tuttavia, non possono mancare le eccezioni e il perizoma da uomo sembra destinato a prender sempre più piede nel 2016: sono tantissimi i marchi che hanno deciso di prioporlo sulle passerelle, assecondando le necessità di quel sempre più nutrito gruppo di uomoni che amano indossare pantaloni aderenti e amano la comodità di una biancheria intima discreta e poco visibile.Oltre allo slip, però, le passerelle segnano il ritorno di un altro grande classico della moda intimo uomo: il boxer. Odiato da tanti ma amato da altrettanti, non dalle donne, il boxer ha rifatto la sua comparsa nelle collezioni degli stilisti e ha immediatamente conquistato l’opinione pubblica. Rispetto agli Novanta, quando era il modello di intimo più indossato, è stata rivista la sua forma che non è più così ampia ma scende dritto, senza aprirsi sul fondo creando oggettivamente non pochi problemi con indumenti con vestibilità normal.
Le fantasie non si contano: dalle classiche righe verticali alle più stravaganti a fantasie floreali, passando per l’immancabile tinta unita.
Gli uomini sembrano apprezzare questa nuova tendenza per il 2016 che punta tutto sulla comodità e sulla praticità degli indumenti. L’importante è trovare il modello che si adatta alla fisicità di ciascuno e il risultato è sempre assicurato.
Abbigliamento

Neonati sempre alla moda

Published by:

happy little baby girl in bright multicolored festive dress isolated on a white background
Quali sono i migliori capi per affrontare il grande freddo con il proprio bambino? Tutte le mamme vogliono che il loro piccolo pargolo sia sempre alla moda ma, al tempo stesso, protetto dal freddo dell’inverno: la moda per neonati è ricca di soluzioni per vestire i più piccoli al meglio, con capi di tendenza e di pregevole fattura. Per capi sempre alla moda tante soluzioni puoi sfogliare cataloghi online oppure rivolgerti a store specializzati e fornitissimi di abbigliamento per neonati in Toscana.

Per il 2016, gli stilisti hanno pensato di proporre indumenti nelle tonalità calde autunnali. E’ così che sono comparse collezioni nelle varianti del rosso intenso, del verde profondo e del blu, in diverse sfumature, senza dimenticare i toni neutri, vero e proprio must di stagione. Ovviamente non tramontano mai i toni pastello, l’azzurro e il rosa restano i colori preferiti dalle mamme dei neonati che non vogliono rinunciare alla tradizione per vestire i loro bambini.
Per quanto riguarda i capi, invece, per i maschietti e per le femminucce gli stilisti hanno pensato di riportare in auge i capi in lana merinos, caldi e avvolgenti, perfetti anche per il grande freddo. Golfini per lei e per lui, piccoli gioielli che tengono al caldo con stile anche nelle giornate più fredde, senza ingombrare i movimenti: molti bimbi, infatti, anche se neonati, non sopportano gli indumenti eccessivamente imbottiti che limitano i movimenti. Amano la libertà e anche per questo gli stilisti hanno optato per modelli confortevoli.
Per i maschietti, inoltre, le t-shirt sono state quasi accantonate per la moda del nuovo anno in favore di camicie eleganti e sofisticate, per piccoli dandy in erba pronti a rubare i cuori delle bimbe. Per le più piccole, invece, i vestitini eleganti sono il vero indumento cult di stagione: sono tornati in voga anche gli scamiciati scozzesi, che dopo anni di oblio tornano finalmente nel guardarobe delle neonate.

Certo la scelta è ampia per il guardaroba dei neonati è molto ampia e molte mamme non amano perdersi in giro per negozi con i loro piccolini: è uno stress troppo grande per loro e l’escursione termica è eccessiva. Pertanto, sono sempre di più quelle che scelgono di effettuare gli acquisti online, nei tantissimi negozi per neonati del web che offrono i capi di moda ai prezzi migliori. La vastità di prodotti disponibili online permettono alle mamme di vestire i loro bambini con i capi più cool senza uscire di casa, ricevendo l’ordine direttamente a domicilio in pochi giorni con la possibilità di effettuare il reso in caso di acquisto sbagliato.

Viaggi

Viaggia informato

Published by:

volo-perso
Se si viaggia in aereo e si prendono aeroplani in sequenza può capitare talvolta di perdere una coincidenza durante uno scalo. Anche un leggero ritardo del primo volo può implicare la perdita del secondo aereo non dandoci il tempo sufficiente ad imbarcarci. Ciò può avvenire soprattutto in caso di coincidenze con un margine di tempo molto breve. Ci troviamo così letteralmente “a terra” in un paese estero senza saper bene cosa dover fare. Rimanere disorientati accade a tutti la prima volta è perciò fondamentale conoscere bene i nostri diritti come viaggiatori per poter sapere cosa fare. E’ opportuno saperlo prima di partire o meglio ancora prima di comprare il biglietto aereo per non rimanere disorientati come è capitato alla sottoscritta la prima volta che le è successo.

La possibilità di essere rimborsati e assistiti dalla compagnia aereo dipende prima di tutto dalla modalità di stipula del contratto del biglietto aereo. Se si è scelto di comprare un biglietto unico per le due o più tratte aeree la compagnia è obbligata a offrire assistenza e un volo alternativo per la medesima destinazione o per la meta di partenza (in caso si decida di rinunciare al viaggio). Il passeggero ha diritto al risarcimento solo se i voli sono riconducibili ad un unico contratto di trasporto aereo e provenienti dalla stessa compagnia o holding aerea. Nel caso infatti che appartengano a compagnie aeree differenti il viaggiatore non ha diritto al risarcimento dovuto alla perdita di coincidenza. Questo tipo di risarcimento viene chiamato “compensazione pecuniaria” e varia dai 250 ai 600 € a seconda della lunghezza della tratta aerea. Oltre al risarcimento, si può scegliere se ricevere un biglietto per un volo alternativo o il rimborso del biglietto aereo. Inoltre a spese della compagnia aerea sono tutte le nostre telefonate, i nostri pasti/bevande e l’eventuale pernottamento in albergo con relativo trasporto per arrivarci. Se abbiamo optato per due biglietti distinti non possiamo chiedere risarcimenti alla compagnia aerea, se siamo però all’interno di un “pacchetto tutto compreso” possiamo chiedere danni all’organizzatore/agenzia di viaggio a cui ci siamo affidati per aver rovinato anche se solo in parte la vacanza. Inoltre se il ritardo di partenza è maggiore alle 2 ore possiamo comunque chiedere eventuali danni alla compagnia aeree (perdita di coincidenza o meno).

Telefonia

Meizu per essere al passo con i tempi

Published by:

one smartphone that falls in the water with splashes around it, concept of waterproof product (3d render)
Per essere al passo coi tempi per quanto concerne gli smartphone non è più necessario sborsare cifre elevate: grazie a Meizu, azienda cinese specializzata nel settore dell’elettronica, è possibile acquistare un cellulare di ultima generazione a prezzi assolutamente accessibili, non rinunciando né alle prestazioni, né al design.

Tra gli smartphone di Meizu spicca l’M2, il quale è realizzato con materiali robusti e allo stesso tempo leggeri, che donano al prodotto robustezza e maneggevolezza ai massimi livelli.
Eccezionale il display, dalle dimensioni di 5 pollici e dotato di una risoluzione Full HD. I dettagli risultano estremamente nitidi, così come i colori e la luminosità, elevata indipendentemente dall’intensità della luce.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, il Meizu M2 dispone di un processore quad core da 1,3 GHz, di 2 Gigabyte di RAM e di una memoria interna da 16 Gigabyte, espandibile mediante una scheda di memoria microSD. Tali caratteristiche, unite al moderno sistema operativo Android Lollipop 5.1, assicurano delle performance eccellenti in qualsiasi ambito, dalla navigazione su internet alla visione di film in alta definizione, dal gaming con i videogiochi di ultima uscita all’utilizzo di qualsiasi applicazione. Il sistema operativo è arricchito dall’interfaccia FlyMe, la quale aggiunge nuove e interessanti funzioni, oltre a una grafica accattivante e piacevole.

Il cellulare si dimostra all’avanguardia anche dal punto di vista della connettività: il WiFi offre la possibilità di connettersi a qualsiasi router e hotspot, mentre la connessione LTE è in grado di allacciarsi alle innovative reti 4G, garantendo una connessione mobile ad altissima velocità. Il modulo Bluetooth concede l’opportunità di associarsi ad altri dispositivi e di condividere file di ogni tipologia, mentre il GPS permette di utilizzare i servizi di geo-localizzazione.

Il Meizu M2 è provvisto di una doppia fotocamera: la posteriore ha un sensore da 13 Megapixel e supporta la registrazione di video in Full HD, mentre l’anteriore ha una risoluzione da 5 Megapixel ed è ideale sia per scattare foto che per registrare filmati, oltre ad adattarsi alla perfezione per effettuare videochiamate. Ottima la batteria, la quale ha una capacità di ben 2500 mAh e assicura un’autonomia che va al di là della canonica giornata, anche con utilizzo intenso.

Lo smartphone cinese si impone un eccellente acquisto per tutti coloro che necessitano un cellulare dalle ottime potenzialità e che sono alla ricerca di un prodotto dal conveniente rapporto qualità-prezzo.

Analisi Web

Quanto conosci di Analytics?

Published by:

A like message on enter keyboard for social media concepts.

Promuovere il proprio sito è importante, molto spesso è la chiave di successo per un’azienda che deve allargare il cerchio dei possibili acquirenti. Altrettanto importante è capire l’andamento del proprio sito per migliorarlo in funzione di alcuni fattori fondamentali.
La web analytics è quell’attività statistica che monitora, misura ed analizza le performance del proprio sito. In sostanza, questo pannello di controllo ci chiarisce dei quesiti in merito al numero delle visite, chi accede al sito, cosa cerca il visitatore e per quanto tempo staziona nel portale.
Tale attività si sviluppa attraverso specifici programmi che tracciano ed elaborano i movimenti degli utenti visitatori, calcolando il numero totale di visite quotidiane, la quantità di pagine visitate da ogni singolo, le parole chiave che determinano gli accessi tramite i motori di ricerca.
Utilizzare Analytics, però, non basta; molti clienti spesso accedono nel proprio pannello di controllo e guardano sbadatamente i dati senza far caso ad alcuni elementi fondamentali, come quelli forniti dalla frequenza di rimbalzo.
Tale frequenza indica il numero dei visitatori, espresso in percentuale, che è rimbalzato via dal sito dopo aver visitato una sola pagina. Se la frequenza di rimbalzo risulta molto bassa, significa che gli utenti che accedono al sito visitano più pagine, indicando così un indice di interesse più alto.
Al contrario, una frequenza di rimbalzo alta denota che qualcosa nel sito ostacola la permanenza del visitatore.
I motivi possono essere vari: può succedere che il visitatore stia cercando solo dei contatti e che li trovi a primo colpo, uscendo subito dal sito.
Alcuni siti sono strutturati con una presentazione flash, magari anche con audio, che risulta abbastanza noiosa e determina un’uscita rapida dal sito da parte del visitatore. Oppure, potrebbe verificarsi che il contenuto del sito non risponda ai criteri di ricerca adottati dal visitatore.
Per questo è importante tenere sotto controllo la frequenza di rimbalzo, curando l’accessibilità al sito. Da un punto di vista strutturale, il sito deve contenere dei link interni che permettano di far navigare e di rendere accessibili tutte le risorse; se non vi è una solida struttura di link interni, con molta probabilità il visitatore abbandonerà la pagina.